ADOTTA UNA SCRITTRICE

31

L’Università di Torino partecipa, quest’anno al percorso didattico del Salone del libro “Adotta uno scrittore” che consente agli studenti di approfondire e analizzare la scrittura di diversi autori.

Il Dipartimento di Studi Umanistici ha deciso, infatti di adottare Helena Janeczek, autrice di libri quali, ad esempio, “Lezioni di tenebra” e “Le rondini di Montecassino”, per dare modo agli studenti di conoscere da vicino il suo lavoro e la sua narrazione.

I primi due incontri avranno luogo lunedì 23 e martedì 24 aprile, dalle 16,  nella sala lauree della Scuola di Scienze Umanistiche a Palazzo Nuovo (via S. Ottavio 20).

Nata a Monaco di Baviera da genitori ebreo-polacchi, Helena Janeczek vive da trent’anni in Italia e da dieci pubblica i suoi libri in italiano. Il suo ultimo romanzo, “La ragazza con la Leica” (Guanda 2017), è la biografia romanzata della fotografa Gerda Taro, la cui vita si dipana sullo sfondo delle dittature europee e degli accadimenti storici epocali come la guerra civile spagnola, il genocidio degli ebrei e la diaspora degli scampati alla persecuzione.

Non a caso il primo incontro sarà dedicato a “Memoria privata e narrazione storica” mentre il secondo a come “Raccontare la cronaca”. Il terzo e ultimo, invece, lunedì 30 aprile vedrà la Janeczek alle prese di  “Un’autobiografia intellettuale”.

Gli studenti e studentesse che si impegneranno a partecipare attivamente all’intero percorso didattico avranno diritto a una copia del suddetto romanzo e all’ingresso gratuito al Salone del Libro il 14 maggio in occasione dell’incontro conclusivo con tutti gli scrittori e le scrittrici adottate. Gli incontri sono comunque aperti al pubblico. Ulteriori info su bookblog.salonelibro.it – adotta uno scrittore