STORIE DI RESILIENZA AI MAGAZZINI OZ

Di: Elisabetta Fea
7 maggio 2018

Raccontiamo storie anche e soprattutto perché vogliamo condividerle … perché sia raccontarle, sia ascoltarle può farci sentire meglio.

Per questo motivo i Magazzini Oz di Torino propongono, anche a maggio, “Passaggi”, l’iniziativa grazie alla quale si dedica spazio e tempo a storie di sfide, speranza e resilienza.

I Magazzini Oz sono un luogo dove si mangia, si legge, ci si incontra … Un luogo dove la bellezza e l’eccellenza intrecciano storie di persone un po’ in difficoltà e riescono a capovolgerle … Un luogo di contaminazione felice. Tra persone e cose.

Il programma del mese di maggio, che rientra nell’ambito del Salone Off (legato al Salone del Libro), prenderà il via venerdì 11, negli spazi di via Giolitti 19/A, con le vicende di due giornalisti.

Alle 17, partendo dal suo libro “A mano disarmata”, Federica Angeli racconterà la “Cronaca di 1700 giorni sotto scorta”. Dal giorno della denuncia contro i clan di Ostia, infatti, la sua vita si è trasformata in una sfida alla malavita che lei ha combattuto con l’unica arma a sua disposizione: la penna.

A seguire, Alessandro Milan condividerà (in occasione della pubblicazione del libro “Mi vivi dentro”), un’altra esperienza di lotta, questa volta nei confronti della malattia, al fianco di sua moglie Francesca, nota al pubblico come Wondy.

Francesca “ha lasciato tanto al mondo, ha spiegato Alessandro “perfino questo libro bellissimo che non ha scritto lei, ma un po’ è come se lo fosse e che ci lascia senza difese”.

Sabato 12 alle 16,30 sarà poi la volta di un reading con brani tratti dall’antologia “Sotto una buona stella” accompagnate da una voce narrante che si muoverà tra i presenti, dando il senso dello sviluppo dell’evento.

Al centro della rappresentazione, è collocato il cuore artistico poetico dal vivo del pittore che ha dipinto la copertina del libro.

Mercoledì 23 maggio, infine, alle 18,30, Christian Greco, direttore del Museo Egizio racconterà di sé e del suo sogno di un museo che possa essere anche un “centro di ricerca per produrre nuovi contenuti di conoscenza”.

Ulteriori info su www.magazzinioz.it

Print This Post
Rubrica: Il club dei lettori, Senza categoria | RSS 2.0 Trackback.