GRAN PARADISO DAL VIVO, TEATRO SOSTENIBILE

17

La prima rassegna di teatro completamente sostenibile, senza palchi né amplificazioni, andrà in scena nella cornice naturale delle valli piemontesi del Parco Nazionale del Gran Paradiso dal 21 al 31 luglio. “Camminare leggeri sulla Terra” è il tema scelto per l’estate 2018 degli eventi estivi promossi dal Parco, con l’obiettivo di sensibilizzare i turisti ad una frequentazione più etica e sostenibile.

In linea con questa filosofia è “Gran Paradiso dal vivo”, la prima rassegna teatrale completamente sostenibile, senza palchi né amplificazioni, in cui la scenografia, il palco e le quinte non sono altro che la natura delle valli piemontesi del Parco. Si tratta di un teatro che si adatta alle caratteristiche naturali, e che anzi, nasce dall’ambiente stesso, un vibrante racconto di antichi miti e una trama di canti polifonici nati dalla poesia anonima dei nostri antenati che s’intreccia felicemente con i suoni della natura. Sono spettacoli che cantano il paesaggio e immergono lo spettatore in spazi e tempi più vasti di quelli ordinari, rendendo possibile l’incontro con la nostra anima selvatica e i sentimenti più ancestrali e, nella condivisione di un’avventura inconsueta, permettono di vivere un’esperienza irripetibile.

La direzione artistica di questa singolare e suggestiva rassegna è di Sista Bramini, fondatrice di O Thiasos, compagnia teatrale di Roma, nonché pioniera e creatrice del TeatroNatura, che da più di vent’anni ispira le proprie rappresentazioni ai miti antichi, riscoprendo la relazione tra arte drammatica, coscienza ecologica e ambiente naturale.

Dal 21 al 31 luglio a Ceresole Reale, Ronco Canavese e Valprato Soana si alterneranno quindi incontri e momenti di studio e di riflessione, proiezioni di film, stage formativi e spettacoli di TeatroNatura: fra questi “Miti di stelle” e “Miti d’acqua”, tratti dalle Metamorfosi di Ovidio, e “Voci nel bosco”, spettacolo itinerante per tutte le famiglie.

foto Archivio PNGP, stambecchi_renzo_guglielmetti_flemma