DESTINAZIONE PARADISO

18

«Signor Postino, può consegnare questa lettera in paradiso per il compleanno del mio papà? Grazie». Questo ha scritto sulla busta Jase Hyndman, sette anni, orfano di padre, scozzese del West Lothian (il Lothian Occidentale è una delle 32 aree amministrative della Scozia, una contea storica, confina con Edimburgo), che data la tenera età non poteva conoscere l’esatto indirizzo celeste dove inviare messaggi al babbo che non gli è più accanto. All’ufficio postale hanno preparato una ricevuta di ritorno su carta intestata e timbro delle Royal Mail, con la conferma che gli auguri al papà morto erano arrivati a destinazione. Malgrado “il viaggio difficile”, come ha scritto il funzionario delle poste Sean Milligan. «È stata una dura sfida evitare le stelle e altri oggetti galattici lungo la strada, ma continuerò a fare del mio meglio per assicurare consegne in Paradiso senza intoppi».

Virale il post messo online dalla mamma di Jase, Teri, che su Facebook ringrazia pubblicamente il funzionario delle poste: «Non avevate l’obbligo di fare questo sforzo, avreste potuto semplicemente ignorare questa lettera, ma il fatto che vi siete impegnati per un bambino che non avete mai conosciuto è davvero dolce, avete riacceso la mia fiducia nell’umanità. Grazie, significa veramente tutto per lui. E Buon Natale». Il messaggio è stato condiviso 250mila volte.

Notizia che scalda il cuore. Ripresa da Quotidiano.net, primo dicembre ’18. Questa volta il commento, direbbero a Edimburgo, it’s up to you: tocca a voi.