La bandiera danese (Dannebrog) è il più antico vessillo nazionale del mondo: sventola dal 1219 e dunque quest’anno festeggia i suoi 800 anni. I festeggiamenti pare saranno colossali, perché i Danesi amano moltissimo la loro bandiera. Non per altro questo popolo sventola la bandiera ad ogni occasione: nei giardini, alle feste, sugli autobus, sui castelli, per i compleanni e i funerali, ai matrimoni e ai divorzi… Però chi la issa deve rispettare delle regole: mai farle toccare terra o esporla se consumata; mai farla sventolare vicina ad altre bandiere, se non a quelle dei paesi nordici, dell’UE e dell’ONU. Le norme sono tante, raccolte in 64 pagine di manuale.

La bandiera danese nacque precisamente il 15 giugno 1219. A quel tempo il re Waldemar II combatté nella battaglia di Lyndanisse – ora Tallinn – contro i pagani estoni. La leggenda racconta che il combattimento era quasi perso, che le speranze di vittoria erano nulle. Fu allora che come per magia,  in un istante si aprì in cielo una enorme bandiera rossa crociata di bianco che cadde a terra distruggendo gli Estoni.