CAMPEGGIO SOSTENIBILE A ROTTERDAM

47

Dormire in un contesto originale e unico al mondo è un’esperienza indimenticabile. Questo è quanto promette il Culture Campsite sostenibile (traducibile con “campeggio culturale”) di Delfshaven, a dieci minuti dal centro di Rotterdam e a breve distanza dal fiume Maas, che verrà inaugurato tra pochissimo, ad aprile 2019.

Sì, sì è un campeggio, ma le tende sarebbero troppo banali, le docce in comune anche e un camper con la veranda roba dell’altro millennio. Perché al Culture Campsite si dorme in “oggetti architettonici”. Spieghiamoci meglio: si dorme in spazi progettati da artisti, designer e architetti, seguendo tutti i criteri di eco-sostenibilità e riciclaggio, immersi in  rigogliose piante. Le  12 strutture che compongono il Culture Campsite (che possono accogliere da due a quattro ospiti) sono completamente diverse una dall’altra: si va dallo Sleeping Pod (una sorta di capsula in materiale plastico riciclato, sospesa in alto) al Val Ross, molto simile a una navicella spaziale utilizzata dai primi astronauti, con un letto al posto della strumentazione di volo e dei sedili di comando; all’Icosaedro, per chi non fosse forte in geometria un poliedro a 20 facce nel quale è possibile entrare e ripararsi durante la notte. Per tranquillizzare i campeggiatori classici, sono comunque disponibili una sala comune e docce/WC.

Il Culture Campsite è un’evoluzione del concetto ormai diffuso di Glamping, che in realtà è una nuova modalità di alloggio a metà strada tra glamour e camping, in questo caso declinato in modo da rappresentare un’esperienza straniate: un dialogo tutto da sperimentare tra visitatore, arte e architettura.