IN VENETO VA IN SCENA LA BICICLETTA

344

Per i cicloturisti e i professionisti delle due ruote, dal 22 al 24 settembre prossimi, apre alla fiera di Padova la quinta edizione di EXPOBICI, occasione unica per aggiornarsi , toccare con mano e anche sperimentare direttamente le performance dei nuovi modelli messi sul mercato. Nell’ambito della presentazione della rassegna,   l’assessore al turismo della Regione Veneto, Marino Finozzi, ha illustrato un interessante progetto dedicato agli itinerari montani, estivi da percorrere in bicicletta.  Il programma prevede l’apertura di  nuovi percorsi a diversi livelli di difficoltà lungo sentieri silvo-pastorali, individuati in collaborazione con il CAI per non interferire nei percorsi degli escursionisti. L’iniziativa vede il coinvolgimento degli albergatori che offrono servizi d’accoglienza adatti a questo particolare segmento di domanda turistica e dei ristoratori, che servono in tavola menu dedicati agli sportivi. Inoltre, sono previsti punti d’assistenza meccanica lungo i percorsi.

GOCCE D’ITINERARI. La zona del Lago di Garda è da sempre meta degli amanti del pedale con itinerari di diversa difficoltà che si snodano lungo sentieri e strade panoramiche, immersi nel folto di una inaspettata macchia mediterranea. A Vicenza le proposte accostano visite culturali, come quella a Villa Capra Valmarana detta “La Rotonda”, al fascino agreste della campagna vicentina. Ma è bellissimo anche scoprire i Colli Berici oppure raggiungere piccoli tesori come Marostica, la città degli scacchi. Sempre da Vicenza si può partire verso Padova seguendo l’emozionante giro Berico-euganeo e magari poi continuare nella scoperta di città d’arti minori o del ricco patrimonio di ville della Riviera del Brenta.

Interessante anche l’itinerario che parte da Verona, passa per Rovigo e arriva a Rosolina Mare e che permette di addentrarsi nell’incontaminata natura del Parco regionale del Delta del Po. Verona è il punto di partenza di un altro percorso che arriva a Venezia, via Padova, attraversando la pianura veneta. Anche in provincia di Treviso, il Parco naturale del Sile consente biciclettate suggestive, immersi nella tranquillità del verde della vegetazione e tra le silenti acque del fiume. Di particolare suggestione l’itinerario cicloturistico, naturalistico e storico che attraversa i Colli Asolani partendo da Cornuda fino ad arrivare a Bassano del Grappa.

Ai cicloturisti Padova dedica addirittura una guida dal titolo Padova e provincia in bicicletta. Percorsi, escursioni e itinerari ciclabili, in distribuzione gratuita negli Uffici di Informazione e Assistenza turistica padovani. Un prodotto innovativo, la guida si presenta in formato pratico appositamente pensato per agevolare la consultazione e l’utilizzo durante il viaggio, con testi e cartografia dettagliata integrabili con itinerari GPS già sviluppati (anche questi scaricabili gratuitamente). In sessanta pagine sono raccolti sei cicloescursioni e sei itinerari cicloturistici e per ognuno sono riportati lunghezza, grado di difficoltà e la possibilità di abbinare un altro mezzo pubblico di trasporto.

Info, mappe e itinerari: www.veneto.to

 

Articolo precedenteIN PIEMONTE CHEF A SCUOLA DI CUCINA SENZA GLUTINE
Articolo successivoARGENTINA, VIAGGIO ALLA FINE DEL MONDO