SOGNO D’ESTATE DEGLI ITALIANI

30

Secondo la ricerca curata da Roberta Garibaldi*, l’orientamento vacanziero 2024 degli italiani è  verso i più tradizionali soggiorni stanziali, preferendo le destinazioni balneari del Belpaese, a cui abbinare esperienze enogastronomiche. A seguire tengono le mete delle città d’arte e dei borghi.

Saranno 19,5 milioni gli italiani in viaggio tra giugno e agosto 2024, Oltre la metà (57%) opterà per soggiorni di oltre una settimana, il 26% per vacanze di 4-7 giorni e l’11% per short break. Solo il 5% rinuncerà alle vacanze estive, mentre l’1,5% farà delle escursioni in giornata.

Ciò, nonostante il caro prezzi che inciderà solo in parte sulla capacità di spesa di chi andrà in viaggio. Il 48% degli italiani dichiara di avere un budget in linea con quello dello scorso anno: il 22% leggermente superiore e il 14% leggermente inferiore. Sono, come immaginabile, gli over 65 a potersi permettere un extra, mentre i più giovani opteranno per scelte più economiche.

Gli italiani vogliono trascorrere in Italia le loro vacanze: solo 1 su 4 sceglierà l‘estero), con il mare al primo posto delle destinazioni preferite. E’ interessante scoprire che   la vacanza al mare va a braccetto con il turismo enogastronomico, in particolare per i 25-34enni.

Ed è un desiderio comune con tutti i viaggiatori europei: per loro le attività in tema di gusto figurano al secondo posto tra le Top4 experience nei viaggi estivi nelle località marittime (indicate dal 19%), precedute solo dal vivere gi spazi aperti (20%) (dati European Travel Commission).

Tornando ai vacanzieri italiani, in cima ai desideri troviamo godere del paesaggio rurale (30,4%) e le esperienze culinarie nei ristoranti (30,1%), quest’ultime assai apprezzate sia dai più giovani che dai senior. A seguire eventi e festival tematici (21%), esperienze di wellbeing (benessere) e visite in tutti luoghi di produzione, non solo le cantine.

Città d’arte (anche all’estero) e piccoli borghi seguono il mare nella classifica delle mete estive preferite, sebbene a distanza. Buon risultato anche per la montagna. A seguire troviamo, nell’ordine, le località di campagna, collina e lago. Il mare regna incontrastato tra le scelte dei 35-44enni, mentre tra i più giovani forte è forte l’appeal di città d’arte, dei piccoli borghi e delle aree rurali, che sono ricche di fascino e storia e, al contempo, più accessibili.

L’automobile è il mezzo di spostamento prediletto dagli italiani per l’estate 2024 (67%): sulla scelta gioca il ruolo  la tipologia della vacanza scelta, Mezzi pubblici e treno seguono a grande distanza (rispettivamente 16% e 15%). Gli under 24 sono i più propensi verso modalità differenti dal mezzo privato (indicato dal 48%).

*professoressa di Tourism Management all’Università degli Studi di Bergamo

Articolo precedenteLE MEGATTERE ECUADORIANE
Articolo successivoUNA CITTA’ TURISTICA TRA DEGRADO E CONTRADDIZIONI