VENEZIA, IL PIEMONTE E LE SPIAGGE SARDE PREMIATE DAI VIAGGIATORI 2.0

401

VENEZIA/Regata StoricaNell’epoca dei viaggiatori 2.0 la reputazione on line assume un’importanza indiscutibile per chi nel mondo vende turismo. In occasione della BIT, Borsa Internazionale del Turismo, il motore di ricerca hotel trivago.it ha analizzato le recensioni di oltre 20 milioni di utenti europei, rilasciate su 150 siti di prenotazione online e ha stilato una classifica delle migliori città e regioni d’Italia in termini di online reputation.

Il riconoscimento, tra le regioni italiane, è andato al Piemonte: una bella soddisfazione per una regione che, escludendo l’area dei laghi (distretto che conta 150 mila visitatori ogni mese), ha puntato alla risorsa del turismo solo negli ultimi dieci anni. Andando a sfogliare i dati a  livello regionale vediamo che al top della classifica di gradimento degli utenti di trivago.it c’è Alba con l’82,67%, seguita da Stresa con l’81,19%, Asti con l’80,43%, Verbania con l’80,11%, Torino con il 78,92% e Sestriere con il 78,48%.

Nella classifica delle città italiane (che prende in considerazione le città con almeno 120 hotel e più di 100 recensioni per singola struttura, valutando elementi come l’accoglienza, la cura del dettaglio, la qualità dei servizi e il rapporto qualità-prezzo) il capoluogo piemontese guadagna il 5° posto. Il primo posto lo conquista Venezia, seguita da Bologna, Firenze e Palermo.

In fatto di litorali, TripAdvisor (il noto sito di recensioni di viaggio) ha annunciato  i vincitori dei ‘Traveler’s Choice Beaches Awards 2013’, cioè la selezione delle spiagge più belle stilata in base ai commenti lasciati sul sito da milioni di viaggiatori (premiate in tutto 276 spiagge). Con  cinque litorali nella classifica delle migliori dieci spiagge in Italia, la Sardegna si è posizionata al top in Italia  e, grazie a ‘La Pelosa’ di Stintino, si piazza anche nella top ten europea (ottava posizione assoluta).

Immagine: Ufficio Stampa-Giunta Regione Veneto- Regata storica a Venezia

Articolo precedente“INTORNO ALL’8 MARZO” A VIAREGGIO
Articolo successivoLA TRAVIATA AL TEATRO REGIO DI TORINO