GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: LE CITTÀ DEL VINO LANCIANO UN APPELLO

331

logo-cdv“Mettere a disposizione i terreni di proprietà dei Comuni per favorire la nascita di nuove imprese agricole o, nel caso di spazi più limitati, di orti urbani e spazi verdi collettivi, piccole coltivazioni di frutta, alcuni filari di vigna, magari di vitigni antichi e autoctoni tipici di quel luogo”. È questo l’appello-proposta che in occasione della Giornata Mondiale della Terra le Città del Vino lanciano ai sindaci delle terre del vino, ma anche a tutti gli altri primi cittadini italiani, per la salvaguardia dei terreni agricoli che rischiano non solo la cementificazione, ma anche l’abbandono.

La Giornata Mondiale della Terra, indetta dalle Nazioni Unite, si celebra il 22 aprile, giorno in cui nel 1970 nacque negli Stati Uniti un movimento, guidato dal senatore Gaylord Nelson, che incoraggiò i suoi studenti a mobilitarsi per le cause dell’ambiente. Ogni anno si calcola che circa 500 milioni di persone partecipino alle iniziative legate all’evento. E anche le Città del Vino lanciano la propria proposta rilanciando un tema, quello della tutela delle aree agricole e del paesaggio, che sta molto a cuore ai Comuni del vino e per il quale le Città del Vino si battono da sempre.

Informazioni: www.terredelvino.net

Articolo precedenteLA CRISI NON FINIRA’
Articolo successivoSI APRE IL “TORINO JAZZ FESTIVAL”