DAGLI ORTI AL CONTO CORRENTE CON I LUNEDI’ DELL’UNIVERSITA’

450

Tra la crisi (che sembra non possa risolversi in tempi brevi) e l’esigenza crescente di mangiar sano, nonché possibilmente biologico, è letteralmente esplosa la voglia (e forse anche la moda) di  farsi un orto, che sia sul balcone di casa piuttosto che affittandosi un pezzo di terra nella periferia cittadina… I media se ne stanno già occupando da un po’, ma ora la questione (o meglio il fenomeno) è approdato anche negli atenei. Focalizzata l’esigenza crescente delle persone di avere un orto, anche per risparmiare sulla spesa alimentare, l’Associazione amici dell’Università di Torino ha deciso, ad esempio, di dedicare all’argomento una conferenza/dibattito (il 4 novembre in aula magna del rettorato, via Verdi 8) . Si tratta del secondo appuntamento de “I lunedì dell’Università” che si inaugurano il 28 ottobre alle 18 con un incontro sulla depressione. Gli appuntamenti saranno in tutto quattro, organizzati in collaborazione con i vari dipartimenti dell’Ateneo torinese. Saranno pertanto affrontati temi anche molto diversi tra loro e di grande attualità e, come spiega Dagoberto Brion,  presidente della suddetta associazione, “di grande interesse da parte del pubblico”.  Si tratta infatti di conferenze aperte a tutti che rientrano però nel programma permanente “L’Universitàchecontinua”, dedicato all’aggiornamento di studenti e laureati. Anche i relatori sono per lo più docenti dell’Università nonché giornalisti de La Stampa (media-partner dell’iniziativa). A parlare degli orti saranno Cristiana Peano e Franco Ajmone Marsan, rispettivamente docenti di i Filiere frutticole e di Chimica agraria. Entrambe risponderanno a quesiti su come e dove realizzare il proprio orto: cosa serve per cominciare e come occuparsene al meglio. La rassegna si concluderà con altri due appuntamenti (sempre nel mese di novembre) dedicati ad altrettanti temi di grande interesse.  La conferenza dell’11 sarà incentrata sulla gestione del conto corrente mentre quello del 18, sulle “Nuove forme del far politica”. Il primo argomento sarà dibattuto da Eleonora Isaia, associato di Economia degli Intermediari Finanziari, Sara Scaiola, educatore del Programma informati dell’Unicredit e Guido Tiberga, caporedattore cronaca de La Stampa che spiegheranno quali sono gli strumenti di verifica e gli accorgimenti da adottare (dando anche alcune dritte e suggerimenti) mentre sul secondo si confronteranno Alfio Mastropaolo e Franca Roncarolo, ordinari entrambi di Scienza politica nonché Luigi La Spina opinionista de “La Stampa”. Gli incontri avranno luogo, tutti in rettorato alle 18. Per partecipare occorre prenotare i tagliandi d’ingresso gratuiti, allo 011/6604284, ritirarli a La Stampa in via Lugaro 15 o all’infopoint dell’Università in via Po 29 o scaricarli dal sito www.universitachecontinua.it. In alternativa si potranno seguire i dibattiti anche da casa, attraverso la diretta streaming sul portale dell’Ateneo, all’indirizzo www.unito.it/media

unito

Articolo precedenteUNA FUNIVIA PER TUTTI
Articolo successivoCONFERENZE A CARATTERE SCIENTIFICO