IL RITORNO DEI PIPISTRELLI

534

Mentre si attende per il 2015 il ritorno di Batman, l’uomo-pipistrello, al cinema (con Ben Affleck), gli scienziati annunciano il ritorno in volo, sopra le teste di noi Europei dei chirotteri, più comunemente conosciuti come pipistrelli. 

Vittime dei luoghi comuni, delle credenze popolari, della letteratura e delle trasposizioni cinematografiche questi mammiferi, come molte creature della notte,  incutono timore a molte persone. In realtà l’annuncio della loro ricomparsa è senz’altro un’ottima notizia. Secondo gli scienziati in 20 anni si conta che la popolazione di pipistrelli sia aumentata del  43%. Quasi incredibile visto che rischiavano l’estinzione. Ciò significa che le politiche di conservazione hanno ben funzionato, sebbene il rischio sia sempre dietro l’angolo, anche a causa del cambiamento climatico (a cui sono molto sensibili) e  dell’uso dei pesticidi in agricoltura.

Nel 1994 l’Unione Europea ha lanciato il “programma Eurobats” in loro difesa e dal 1997, in 30 paesi al mondo, l’ultimo weekend di agosto è dedicato proprio ai pipistrelli. La Bat Night coivolge tutti i siti di salvaguardia. Uno di questi si trova nella splendida Abbazia cistercense di Staffarda fondata nel XII secolo, sul territorio dell’antico Marchesato di Saluzzo, nel Cuneese. Le sue mura proteggono una delle più grandi colonie di pipistrelli che puntualmente ritorna in una notte ai primi di aprile e che i visitatori possono osservare attraverso un circuito con telecamere. Si tratta di una delle maggiori colonie di “grandi Myotis” note in Italia, composta da circa 1200 femmine adulte cui in giugno si aggiungono i piccoli. Il sito di rifugio è una stanza di 5×6 metri. Tale vano, in epoca monastica, era adibito a “camera calda”, ovvero era l’unico locale riscaldato del complesso abbaziale.

In Italia la sensibilizzazione verso la tutela dei pipistrelli ha avuto inizio a Firenze con un progetto che coinvolse, oltre al Museo di storia naturale e l’Università anche una catena della grande distribuzione che mise in vendita a prezzo di costo il kit per costruire la Batbox, che ebbe subito successo anche fuori Toscana.

I chirotteri posseggono caratteristiche uniche: sono infatti gli unici mammiferi che volano grazie ad una mano che l’evoluzione ha modellato in modo da formare un’ala perfetta. Il loro nome scientifico infatti significa in greco “mano alata”. In natura giocano un ruolo molto importante perchè, a seconda della specie: sono  impollinatori (sono molte le piante che senza il loro contributo si estinguerebbero); disperdono i semi degli alberi da frutta di cui si nutrono; infine, (come quelli che vivono in Europa) si alimentano di insetti dannosi per l’agricoltura.

international bat night

Immagine: International Bat Nigh

 

Articolo precedenteTRA 4 GRANDI PROVE D’ATTRICE, NON C’E’ CHE L’IMBARAZZO DELLA SCELTA
Articolo successivoALLA SCOPERTA DEI TRAVESTIMENTI DEL MARE