INIZIATO IL COUNTDOWN PER IL NUOVO MUSEO EGIZIO

460

La data per l’inaugurazione del nuovo Museo Egizio di Torino (via Accademia delle Scienze 6) è stata fissata. L’evento avrà luogo il prossimo primo aprile e nel frattempo una grande clessidra, posizionata in piazza San Carlo, terrà il conto, granello per granello, dei giorni mancanti, scoprendo contemporaneamente un tesoro nascosto che si svelerà, man mano, emergendo dalla sabbia che si sposta.

Le collezioni (attualmente allestite nello spazio Ipogeo), cominceranno ad essere quindi trasferite, un po’ alla volta, nelle nuove sale espositive. Si tratta delle sale lasciate libere dalle collezioni della Galleria Sabauda che sono state definitivamente riallestite nella manica nuova di Palazzo Reale

In questa fase di transizione, che gli consentirà di raddoppiare lo spazio espositivo, il Museo Egizio,  continuerà però a garantire opportunità ed itinerari di visita. Fino al 3 febbraio, infatti, il percorso “Immortali, l’arte e i saperi degli antichi Egizi” rimarrà accessibile con l’apertura parziale della sala Ipogea. Lo Statuario, invece, sarà visitabile nella sua interezza. Durante tale periodo, resterà però chiusa al pubblico, la Tomba di Kha. L’orario d’apertura sarà dal martedì alla domenica, dalle 8,30 alle 19,30 (e consueta chiusura il lunedì), mentre il costo del biglietto d’ingresso a tariffa unica sarà di 5 Euro con la sola eccezione per i minori di 18 anni (per i quali è prevista la gratuità).

Dal 4 febbraio al 30 marzo si potrà, invece, visitare solo lo Statuario, ma sarà possibile seguire percorsi speciali guidati da esperti egittologi. In questo periodo il Museo sarà aperto dal mercoledì al venerdì, dalle 9,30 alle 16,30 e sabato e domenica, dalle 9,30 alle 18 (con chiusura il lunedì e martedì). La tariffa unica per l’ingresso sarà di 2,50 Euro sempre escludendo i minori, che continueranno ad entrare gratuitamente (info e prenotazioni allo 011/4406903 o scrivendo a info@museitorino.it).

La Compagnia di San Paolo, che ha sostenuto, anche economicamente, l’iniziativa, ha deciso in questa fase di transizione, di coinvolgere il pubblico in una serie di iniziative promozionali innovative tra cui “La spedizione di Egizio 2015”. Si tratta di un’installazione interattiva che consente di far vivere, in prima persona ai visitatori, l’emozione di diventare esploratori e di scoprire un antico tesoro celato sotto la sabbia. L’installazione è itinerante e si sposterà in diversi punti della città. Per  ulteriori informazioni e per conoscere le tappe successive basta consultare il sito: http://compagnia.egizio2015.it. Questo sito, vero e proprio collante dell’iniziativa promozionale, funge da voce narrante di un racconto in quattro capitoli. Si inizierà con “La strada per Menfi e Tebe”, il racconto delle avventure, coincidenze storiche e personaggi che hanno fatto sì che il primo museo egizio del mondo nascesse proprio a Torino. Il capitolo successivo “Il valore della riscoperta” documenterà con scatti inediti e suggestivi l’opera di grandioso rinnovamento architettonico del palazzo “Collegio dei Nobili” che ospita il Museo Egizio e l’Accademia delle Scienze. Il terzo capitolo è rappresentato appunto dalla suddetta “Spedizione di Egizio 2015”. Il quarto, infine,   “A un soffio dalla scoperta”, quando la teca sarà collocata presso il Museo Egizio e diventerà interattiva. Con uno streaming in diretta sul sito web, inviterà appassionati e curiosi dal mondo a contribuire alla riscoperta dei suoi tesori e svelando nuovi reperti, in un progetto collaborativo e partecipativo ad ampio raggio. Info anche su www.museoegizio.itMuseo_Egizio_e_Galleria_sabauda,_Torino

Articolo precedenteALL’OMBRA DELLA MADONNINA
Articolo successivoPITTORI A RAVENNA. L’ITALIA TRA OTTO E NOVECENTO