IL SENSO E IL NULLA

320

E’ ancora possibile parlare di un senso nell’età del nichilismo e del post-moderno? A questo quesito cerca di rispondere Guglielmo Gallino nel suo saggio Il senso e il nulla. Rispondere al nichilismo, recentemente pubblicato dalle edizioni Rubettino. Gallino propende per una risposta affermativa, ma a condizione di svincolare la sua prospettiva dalle ipoteche del soggetto idealistico e dalle richieste dell’ontologia. Il progetto mira a rilevare come l’offerta del senso sia insieme posta e trovata. Questa duplicità è affidata ad un’interpretazione della filosofia come teoria generale delle relazioni, in cui si compendia la sfida dei nuovi tempi per uscire dalla stretta del nichilismo. Gullino vuole dare, in questo saggio,  un contributo a quest’apertura che vale insieme da promessa e da speranza per un’innovativa ricerca filosofica. A tal fine, la prima parte del libro segue un profilo teorico, in cui la rilettura di Nietzsche occupa un posto centrale; la seconda, invece, più propriamente storica, ruota intorno alla figura di Whitehead, la cui filosofia è stata ripresa, in una prospettiva rigorosamente relazionistica.

Articolo precedenteI QUARTIERI ITALO-AMERICANI DEL BRONX
Articolo successivoMAURITIUS, VACANZA GLAMOUR