L’OSPEDALE DI NOSY BE IN MADAGASCAR NECESSITA DI PERSONALE VOLONTARIO

1433

L’Isola di Nosy Be, che dista pochi chilometri dalla costa settentrionale del Madagascar, ha solo da pochi mesi, una struttura ospedaliera in loco.
Prima della sua costruzione gli abitanti dell’isola dovevano rivolgersi alla clinica privata S. Damiano ad Ambanja (sulla “Grand Terre”) a circa 30 Km di strada dal porto di Ankyfy, al quale si arriva dopo due ore di traversata su un traghetto fatiscente o in motoscafo. Unica altra alternativa era, per loro, quella di spostarsi nelle isole vicine (Mayotte e Reunion) con aereo privato e alcune ora di volo. La popolazione locale, dedita alla pesca e alla coltivazione, non ha però i mezzi economici per fronteggiare trasporti e assistenza sanitaria a pagamento. Inoltre, nonostante l’isola offra discrete risorse turistiche con alberghi e villaggi, le condizioni igieniche delle abitazioni, specie nelle zone densamente popolate, sono estremamente precarie. Non esistono canalizzazioni e le strade, per lo più fatiscenti sono difficilmente percorribili durante la stagione delle piogge. L’attuale nuovissimo ospedale dell’isola si chiama Centro  Sanitario “Santa Maria della Grazia” e si trova In  località  RokaRoka   (Androkaroka) a circa 5 kilometri dal capoluogo Hell-Ville. Comprende un pronto soccorso e molti reparti e laboratori, in grado di offrire assistenza e cure in svariati ambiti, necessita però ancora di personale qualificato: in particolare medici specialisti ed infermieri professionali. Oltre al pronto soccorso, la struttura comprende: sala ecografica, laboratorio analisi, ambulatorio odontoiatrico, oculistico/optometrico, ortopedico, radiologia, mammografo e RX portatile, ambulatori dermatologici, ostetrico/ginecologici attrezzati, pediatrici e di medicina generale,  sala parto,  sale operatorie e  degenza per i malati. Oltre a personale volontario specializzato in ambito medico, anche i volontari civili possono trovare una collocazione nelle attività di supporto logistico, secondo le esigenze contingenti. Ai candidati interessati si richiede flessibilità, tolleranza, spirito di collaborazione, disponibilità verso la popolazione locale e nello scambio di esperienze con i colleghi. La lingua ufficiale dell’isola è il malgascio ma la maggior parte della popolazione parla anche francese. Inoltre le équipe attualmente presenti in loco, sono per lo più composte da personale Italiano che si presta, all’occorrenza, a fare da interprete. La conoscenza della lingua francese non è pertanto un requisito indispensabile anche se potenzialmente utile. Altro requisito non indispensabile è l’aver maturato una precedente esperienza professionale in paesi in via di sviluppo. E’ preferibile, invece, garantire una disponibilità minima di due-tre settimane (almeno per le prime volte). Il viaggio da Milano richiede circa 10 ore e l’esiguità del cambiamento di fuso orario rispetto all’Italia (1/2 ore)  permette di ambientarsi velocemente. Una volta specificati i propri periodi di disponibilità, sarà premura dell’organizzazione del centro sanitario” pianificare la logistica: turni, voli aerei, trasferimenti da e per l’aeroporto, vitto e alloggio, che sono offerti dalla struttura sanitaria stessa. Le spese di viaggio e gli extra in loco saranno, invece, a carico del personale volontario. Viene inoltre richiesta la collaborazione per partecipare al rifornimento dei materiali di consumo (accordandosi, prima della partenza, con il referente organizzativo) e per aggiornarne l’inventario al termine della missione, per contribuire alla manutenzione delle attrezzature in dotazione secondo le secondo le competenze di ognuno. Chi è interessato può inviare il proprio curriculum all’indirizzo direction@centro-sanitario-nosybe.org. Sarà  poi  ricontattato per valutare e specificare le proprie disponibilità. In questa prima fase si darà la priorità alla corretta e costante funzionalità della  struttura  ambulatoriale e della diagnostica strumentale e di laboratorio,  seguirà la parte più propriamente chirurgica, dapprima con interventi programmati (di qui la priorità ambulatoriale) per passare poi alla completa attività H 24. E’ quindi  auspicata  la  partecipazione  di  specialisti/personale  di  tutte  le  discipline. Per ulteriori info. Centro  Sanitario  Santa Maria della Grazia, Nosy-Be/Madagascar tel. ++261 34 86 92 555

 

Articolo precedenteDAL CIELO… A BARD
Articolo successivoLA NAMIBIA NEL MIRINO DEL FOTOGRAFO