EXPO: SCATTA IL PIANO ACCHIAPPATURISTI REGIONALE

333

duomo-milano-vincent-teriacaProgetto unitario interregionale per catturare i turisti italiani e sopra tutto stranieri che visiteranno Expo 2015. Se i venti milioni di visitatori stranieri preventivati si fermassero anche solo una notte nel nostro Paese, il Pil guadagnerebbe circa 5 milioni di euro. E’ quanto si desume a conclusione dell’incontro tenutosi il primo luglio a Palazzo Lombardia (Milano) fra governo, governatori di molte Regioni, Expo e Padiglione Italia: le Regioni avranno uno spazio all’interno del Padiglione Italia e alcuni prodotti specifici italiani: vino olio… avranno un risalto particolare, legato al tema dell’Esposizione.

Un altro impegno delle Regioni riguarda la creazione di un progetto “unitario” che consenta di sbloccare i fondi strutturali Ue 2014-2020 destinati al turismo, attualmente non utilizzabili causa bocciatura dei progetti, ma che potrebbero rientrare in gioco sotto l’egida Expo.

Novità anche sul fronte della mobilità per Expo. Per prepararsi al meglio a intercettare i flussi turistici dell’importante appuntamento internazionale del 2015, l’autostrada Torino-Milano si allarga: il primo luglio è stato inaugurato il cantiere di Mesero, alle soglie di Milano, i cui lavori – 15 chilometri tra Mercallo-Meseroe la barriera di Boffalora dovrebbero concludersi nel 2015 consentendo di collegare meglio la Lombardia al Piemonte. Il calendario degli appuntamenti gestionali prevede di ripetere a settembre l’incontro con le Regioni, allargandolo ai Comuni italiani. L’appuntamento è fissato, questa volta a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano.

Immagine di Vincent Teriaca

Articolo precedenteVIOLENZA SULLE DONNE: IL PUNTO DELLA SITUAZIONE IN ITALIA E IN EUROPA
Articolo successivoCANDIDATURA UNESCO DELLE COLLINE PIEMONTESI: VERDETTO NEL 2014