VITA E SOCIETÀ NEI SEGNI DI DÜRER, LEYDA, REMBRANDT

445

I grandi maestri dell’incisione arrivano a Torino. Dal 5 al 21 dicembre 2013, Palazzo Cisterna ospita la mostra Vita e società nei segni di Dürer, Leyda, Rembrandt: uno spaccato di vita e costume di oltre due secoli testimoniati da sessanta opere di grafica dei più significativi pittori europei. 103_rembrandt_contadinofamiglia_stampa

Che ruolo aveva l’immagine nell’Europa del Cinque-Seicento? Come venivano rappresentate scene di vita quotidiana, abitudini e ambienti, emozioni ed attese? Di fronte ad una popolazione prevalentemente contadina, le Chiese presenti in Europa trasferirono il loro insegnamento con la  divulgazione dell’immagine su carta. Accanto al dipinto si affiancò il foglio inciso che, proprio come i moderni media, costituiva il primo strumento di comunicazione visiva. Le opere in mostra, con le rappresentazioni di costumi, paesaggi, scene di vita e personaggi, forniscono un formidabile excursus di nozioni sul tempo in cui i fogli vennero stampati.

La mostra rappresenta un universo ricco e variegato: dalle immagini dei Pianeti che scandivano la vita quotidiana – nascita, influenze sui caratteri umani, attività agricole – si giunge alle immagini sacre che, accanto alla lettura religiosa e spirituale, sono il fondamentale documento degli ambienti, del paesaggio, delle strutture architettoniche, domestiche e di costume.

I nomi dei Maestri in mostra sono i più importanti della storia della grafica: Dürer, Rembrandt, Beham, Goltzius, Callot e tra gli italiani, Cristofano di Michele Martini detto «Il Robetta», Niccolò Boldrini, Enea Vico, Odoardo Fialetti.

 

Informazioni: www.maestrincisori.org

 

Articolo precedenteMARCHIO EXPO 2015: FIAT E JUVE CI SONO
Articolo successivoA ROTTERDAM INAUGURATA LA “CITTA’ VERTICALE”