TORINO FA LA RUOTA

398

“Turin Eye”: Torino ci riprova. In vista dell’evento Expo 2015, la Giunta comunale di Torino (Consiglieri, assessore alla Cultura Maurizio Braccialarghe e del sindaco Piero Fassino) ha approvato la costruzione della ruota panoramica che verrà collocata al Parco del Valentino in viale Medaglie d’oro, di fronte alla sede dell’istituto Galileo Ferraris. Il luogo è stato scelto perché già meta turistica della Città, è ben collegato e dispone di ampi parcheggi di prossimità. A ciò si aggiungerebbe la Ruota, prospettiva turistica inedita per vedere al meglio la città dall’alto, in concorrenza con la Mole.

Gestita dalla società “Wheels of excellence”, la ruota panoramica di Torino, con una quarantina di cabine Vip da quattro persone l’una, climatizzazione, poltrone extralarge, informazioni audiovideo plurilingue, illuminazione led di ultima generazione, si presenta del tutto simile a quelle già presenti a Siviglia, Belfast e Windsor (in Canada), sarà alta 60 metri e impiegherà circa 20 minuti per fare un giro completo. Torino sarebbe la prima città italiana a dotarsi di questa attrazione turistica.

Nei piani della Giunta la ruota “Turin Eye”, il cui costo sarà di 10 milioni di euro, è destinata a rimanere al Parco per tre anni  proseguendo nel suo ruolo di simbolo dell’esposizione dedicata al tema di Expo 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la vita”. Successivamente, l’impianto verrà trasferito presso Italia ’61 nella Nona Circoscrizione, che comprende i quartieri Lingotto, Nizza Millefonti, Filadelfia e si estende a sud di Torino su un’area di circa sette km quadrati, con oltre settantaseimila abitanti, dove peraltro è previsto un ampio programma di trasformazione dell’area destinata a convertirsi in un nuovo punto di riferimento per lo shopping.

La decisione (definitiva?) giunge dopo un pluriennale  vigoroso scambio polemico tra i punti di vista di chi, temendone l’impatto ambientale, è contrario alla ruota e chi, invece, la vede favorevolmente, come per esempio la precedente giunta Chiamparino, che aveva già presentato il progetto nel 2012.

Quella attuale, a guida Fassino, mostra previsioni turisticamente rosee: secondo il Comune, infatti, i 10 milioni di Euro investiti per la costruzione della ruota panoramica dovrebbero rientrare nelle casse comunali nell’arco dei tre anni della sua presenza presso il parco cittadino.

Parco Valentino_Canoa-sul-Po_Giuseppe-Bressi

Immagine: Parco Valentino_Canoa-sul-Po_Giuseppe-Bressi

Articolo precedenteART SPEED DATE
Articolo successivoSOCIAL MARKET