A MILANO, ARTE LOMBARDA TRA VISCONTI E SFORZA

837

skira arte lombarda

Nella storia della capitale lombarda, mecenatismo e finanza sono sempre stati contigui; l’avvento di Milano come grande centro manifatturiero e commerciale e la progressiva espansione territoriale ebbero positivi benefici sullo sviluppo economico e culturale della città. Dal Trecento alla prima metà del Cinquecento, quando Milano era “capitale d’Europa” sotto i Visconti prima (Gian Galeazzo e Filippo Maria) e gli Sforza poi (Francesco e Galeazzo Maria), la città e la sua corte diventarono luogo di incontro di artisti, scienziati e letterati. L’arte lombarda conobbe in quel periodo uno sfarzo difficilmente replicato. Non a caso i più importanti monumenti della città: Castello Sforzesco, Duomo e  Chiesa di Santa Maria delle Grazie furono realizzati proprio sotto le dinastie  dei Visconti e degli Sforza. Essendo al potere le due dinastie, le arti crebbero nel ducato raggiungendo vertici altissimi in tutti campi, dalla miniatura all’oreficeria, dalla vetrata alla pittura, dalla scultura all’architettura.

Oggi oltre 250 capolavori di artisti come Bembo, Zavattari, Pisanello, Foppa, Borgognone e numerosi altri, sono esposti al pubblico nella mostra «Arte Lombarda dai Visconti agli Sforza» ospitata nelle sale del Palazzo Reale di Milano, aprendo la rassegna Expo in città e testimoniando come lo spirito d’avanguardia dell’aristocrazia e dell’imprenditoria milanesi non siano cambiati nei secoli.

Le circa duecentocinquanta opere in mostra sono state selezionate in modo da consentire al visitatore, non solo di apprezzare la preziosità dei materiali e la bellezza dei singoli oggetti, ma anche di riconoscerne i legami formali e il linguaggio comune. La rassegna, che fa seguito alla mostra di Bramante a Brera (e precede immediatamente la monumentale monografica dedicata a Leonardo Da Vinci a Palazzo Reale), si inserisce in un percorso storico artistico fortemente voluto e sostenuto dal Comune di Milano, dalla Pinacoteca di Brera e da Skira editore, che ricostruiscono quel periodo storico, che fu una vera e propria “età dell’oro” milanese.

 

Arte Lombarda dai Visconti agli Sforza

Milano – Palazzo Reale

12 marzo – 28 giugno 2015

 

Orari

lun 14:30-19:30

mar, mer, ven, sab, dom 9:30-19:30

gio 9:30-22:30

Il servizio di biglietteria termina un’ora prima della chiusura.

 

Info e prenotazioni

http://www.viscontisforza.it

http://ww.comune.milano.it/palazzoreale  | Tel. +39 02 54914

Articolo precedenteLAUREARSI ONLINE. PERCHÉ NO?
Articolo successivoTORINO CERCA VOLONTARI PER ACCOGLIERE I TURISTI