#SAPEVATELO… POPULISMO

316

Latin_dictionary

Oggi per la rubrica #sapevatelo …

 

Populismo

 In coincidenza con l’allontanamento degli elettori dalla classe politica e dalle élite intellettuali che li ricambiano appunto col termine “populista”, il suo significato, negli ultimi anni è progressivo cambiato. Il populismo (dall’inglese populism, probabile traduzione del russo narodničestvo) è un atteggiamento culturale e politico che esalta il popolo, anche se il suo significato viene spesso confuso con quello di demagogia. Nel corso dei secoli il termine è stato usato in modo diametralmente opposto, a seconda delle diverse visioni; sono stati definiti populisti personaggi (e i relativi movimenti) fra loro decisamente diversi: il rivoluzionario francese Jean Paul Marat, il generale Charles De Gaulle, i dittatori Adolf Hitler e Benito Mussolini. E ancora: Gandhi, Jules Nyerere, Fidel Castro e l’argentino Juan Domingo Perón.

 

Democrazia

Concezione politica fondata sui principi della sovranità popolare, dell’uguaglianza giuridica dei cittadini, dell’attribuzione di diritti e doveri sanciti dalla costituzione, della separazione e indipendenza dei poteri. Forma di governo in cui la sovranità risiede nel popolo, il quale la esercita per mezzo di rappresentanti liberamente eletti, con libera opposizione delle minoranze e nell’ambito della legge. Può essere costituzionale, diretta, parlamentare, indiretta, rappresentativa.

 

Demagogia

Termine di origine greca (composto di demos, “popolo”, e aghein, “trascinare”). Degenerazione del concetto di democrazia, indica un comportamento politico che, puntando sull’emotività, i pregiudizi e le suggestioni delle masse popolari piuttosto che sulla razionalità delle soluzioni, mira ad accaparrarsi il loro consenso attraverso false promesse, non realizzabili, vicine ai desideri del popolo o la soddisfazione di minimi bisogni immediati, spacciati per decisivi.

 

Articolo precedenteUN BORGO A LUME DI CANDELA
Articolo successivo#SAPEVATELO… BIKINI