APPUNTAMENTO IN GIARDINO

480

Chi vuole circondarsi di armonia e riscoprire giardini storici di tutta Italia potrà approfittare del week-end dell’1 e 2 giugno per passeggiare tra fiori, musiche ed esposizioni in diverse aree verdi di città e piccoli comuni, concedendosi anche aperitivi o rinfreschi organizzati in loco.

Si tratta della manifestazione “Appuntamento in giardino” promossa dall’Associazione parchi e giardini d’Italia, che x l,occasione apre al pubblico luoghi solitamente non visitabili, tra Castelli, palazzi d’epoca e ville di campagna, consentendo così a tutti di ammirare le bellezze paesaggistiche e architettoniche del nostro paese.

Ma vediamo alcune delle proposte. Saranno aperti al pubblico gli Orti Botanici di Roma (Largo Cristina di Svezia, 23a) e di Torino (viale Mattioli 25). Entrambe organizzano, per l’occasione visite a tema e/o laboratori (info rispettivamente allo 0649917116 o su www.ortobotanico.unito.it).

Musica e un aperitivo attendono, invece il pubblico, sempre nell’area torinese, al Parco Galli della Loggia (via Della Chiesa 41). Oltre alle visite guidate (dalle 15) sono previsti un concerto di musica classica (sabato alle 18) e un aperitivo domenica dalle 17 alle 19 (www.castelliaperti.it). Anche chi visiterà Casa Lajolo a Piossasco (via S. Vito 23) oltre alle visite guidate (entrambe i giorni dalle 10 e dalle 14,30), potrà godersi (dom. dalle 17) uno “Swing in giardino” con aperitivo (www.casalajolo.it).

Gli appassionati di rose, potranno sbizzarrirsi, invece nel Giardino di Maria Giulia Cimarelli Nenna a San Casciano, in provincia di Fireneze (Via Palastra, 27), oppure nel parco del Castello di Moncalieri in provincia di Torino. Il primo propone numerose visite guidate, il secondo, invece, esposizioni di rose selezionate, novità proposte dagli ibridatori, pubblicazioni sul tema e, sabato, si terrà anche la cerimonia del premio intitolato alla Principessa Maria Letizia durante la quale si proclamerà la rosa più bella (info rispettivamente allo 055/8242388 e www.associazionekores.it).

A Napoli, domenica 2, si potrà visitare il Real Bosco di Capodimonte (Via Miano 2) con il suo belvedere. Il programma prevede visita guidata allo Spianato ed alla Fontana restaurata, laboratori di educazione ambientale, giochi della memoria e letture interattive. L’appuntamento è alle 11 sullo Spianato del Belvedere per scoprire con la storica dell’arte Maria Varriale (Amici del Real Bosco) le origini della Fontana, la struttura architettonica, gli aneddoti e le recenti scoperte connesse al restauro che il quartiere e la città attendevano da tempo, sostenuto dall’azienda Ferrarelle SpA. Nunzia Petrecca amministratore della ditta Euphorbia srl illustrerà, invece, le trasformazioni del luogo dal punto di vista paesaggistico e botanico dal ‘700 ai nostri giorni per poi fare il focus sui cromatismi dell’epoca dei Savoia che presto saranno reimpiantate, mentre Stefania Albinni (Amici di Capodimonte onlus) racconterà la grande iniziativa di partecipazione “Adotta una panchina” con i risultati raggiunti nei primi due anni e le storie di tanti uomini e donne che hanno scelto di legare a un albero o a una panchina del Real Bosco di Capodimonte un proprio personale ricordo, uno stato d’animo, una speranza per il futuro.

Sarà dato spazio anche ai bambini con la lettura interattiva de “La Camelia di Carolina”, favola sull’educazione ambientale, laboratori di educazione ambientale e attività ludiche per la riscoperta di giochi storici all’aria aperta (la cavallina, la campana, giochi con la palla e con la corda) e gare di filastrocche e conte in lingua napoletana a cura di Aurora Giglio, presidente di MusiCapodimonte. I piccoli partecipanti dovranno impegnarsi a memorizzare regole e filastrocche funzionali ai giochi di una volta. e per questo riceveranno, un attestato di “custodi delle tradizioni orali e dei giochi tradizionali” con l’invito ad arricchirli e tramandarli ai propri compagni (costi e prenotazioni allo 0817499130 o scrivendo a mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it).

Ad Agrigento infine si potrà visitare il Giardino della Kolymbethra, Parco archeologico e paesaggistico Valle Dei Templi (via Panoramica Valle dei Templi). Anche qui l’apertura sarà solo domenica, ma tutto il giorno, tra visite guidate e spremute d’arancia a cura di alcune aziende agricole locali. Si potranno anche ammirare all’opera, i giardinieri della Kolymbethra all’opera con i sistemi di irrigazione tradizionale di origine araba (info. al numero 335/1229042 o scrivendo a faikolymbethra@fondoambiente.it)

Ma questi sono solo alcuni esempi delle tante proposte, che si possono trovare, con il programma completo degli eventi, sul sito dell’ente organizzatore, www.apgi.it

 

Articolo precedentePREMIO EUROPEO PER IL RESTAURO DELLA CAPPELLA DELLA SINDONE
Articolo successivoELBA: A LUGLIO IN SCENA IL FESTIVAL IL MINIERA