LA POESIA DEI COLORI AUTUNNALI ALL’OASI ZEGNA

246

Queste sono le settimane del foliage, da metà ottobre a metà novembre,  e sono anche fra le settimane più amate dai visitatori dell’Oasi Zegna. Siamo in provincia di Biella, in Piemonte, in quell’area naturalistica ad accesso libero voluta negli anni Trenta dall’imprenditore Ermenegildo Zegna, fondatore del Gruppo Zegna.

E’ proprio in questi 30 giorni, infatti, che il comprensorio si trasforma in una magica tavolozza dai colori autunnali. Le fronde degli alberi si colorano di giallo, arancio, rosso, marrone e si esprimono negli affascinanti silenzi dei boschi.

Per la sua conformazione naturale l’Oasi Zegna è un luogo ideale in cui ammirare il foliage. Lo dimostra il successo delle passeggiate che ogni anno OverAlp organizza nei luoghi più suggestivi del territorio, come  nel Bosco del Sorriso, in cui il verde delle conifere mette ancor più in risalto il gioco dei colori.

Gli alberi sono intelligentispiega Stefano Maffeo, coordinatore di OverAlppercepiscono l’arrivo dell’inverno. Con la discesa delle temperature, l’accorciarsi delle giornate, il variare dell’intensità luminosa, le piante, dopo aver cambiato colore delle foglie, le lasciano andare, cominciano a spogliarsi, perché sanno che, diversamente, la chioma, trattenendo la neve, diventerebbe un pericolo per le branche e per la stabilità del fusto”.

Il turismo del foliage è ormai un must: lo conferma il fatto che l’hashtag #foliage sia uno dei più utilizzati su Instagram. Nato in Canada grazie allo spettacolo degli aceri, si sta affermando anche qui da noi perché è una modalità azzeccata per scoprire il territorio, sia che si ami camminare o fare trekking nella natura, sia che ci si interessi di botanica, sia che si sia appassionati di fotografia. E proprio per gli amanti degli scatti questo è il momento ideale e la location perfetta.

 

Articolo precedenteDA SMART WORKING A WORKATION
Articolo successivoLE FARFALLE DELL’ELBA