TAM TOWN

293

“Batti un tam: la town risponde”. Al ritmo di questo slogan, alcuni studenti della Businnes school Escp Europe  hanno realizzato, su internet, una vera e propria “piazza virtuale” di connessioni e servizi dai cittadini per i cittadini. Si tratta di un sito dove si incontrano domanda ed offerta di servizi vari. Si chiama “Tam town” ed è un vero e proprio “tam tam” cittadino che va incontro alle esigenze di chiunque abbia bisogno di risolvere problemi e questioni quotidiane (dal babysitting all’insegnante di inglese, dal tecnico del computer all’artigiano passando per le consegne a domicilio). Il sito permette appunto di  far incontrare, in brevissimo tempo, domanda e offerta. Concretamente funziona così: chi ha una necessità o un problema che non riesce a risolvere, può inserire il suo annuncio sul sito e il sistema comunicherà la richiesta a una serie di esperti che hanno offerto la loro disponibilità. Il richiedente riceverà così, in breve tempo, una serie di preventivi e potrà scegliere a chi affidare il lavoro. Ad avere l’idea è stato Simone Graglia, un ragazzo torinese che si è laureato in ingegneria gestionale al Politecnico e ha poi frequentato il master in management della Escp Europe. Con alcuni altri compagni del master l’idea ha preso forma e si è concretizzata partendo da Torino, ma l’intento è quello di estendere il progetto ad altre città. Il sito in questione, dove si possono trovare anche tutte le istruzioni per l’uso è www.tamtown.it

 

Articolo precedenteOBJECT TROUVE’ DEGLI ANONIMICREATIVI
Articolo successivoLA CUCINA DI TERRA MADRE: SAPORI DAL SENEGAL.