2015: GLI SCEICCHI SCELGONO MONZA

498

Villa Reale - Salone delle Feste

In occasione di EXPO 2015, gli Emirati Arabi Uniti hanno scelto la città di Monza, 15 chilometri in linea d’aria da Milano, per stabilirvi la sede operativa in vista della realizzazione del loro padiglione espositivo all’esposizione universale che si terrà a Milano dal maggio all’ottobre dell’anno prossimo. Si tratta di un’opportunità commerciale notevole per le aziende del mobile e del lusso del territorio: i numeri della Camera di Commercio parlano di un interscambio con i Paesi del Golfo per oltre 122 milioni di euro, dei quali una ventina quelli del settore legno e circa trenta del chimico.

La selezione delle aziende incaricate degli allestimenti del padiglione arabo è già iniziata; insieme con l’esame delle circa sessanta imprese che verranno impiegate nell’operazione, la delegazione emiratina ha passato in rassegna anche la ricettività del territorio monzese, con l’obiettivo di selezionare la location adatta per il quartier generale degli espositori arabi. Se andrà in porto anche questa ricerca, il territorio guadagnerebbe un ulteriore ricco indotto per tutte le attività commerciali della zona.

Proprio in ottica Expo 2015, le istituzioni locali hanno avviato un piano di  potenziamento delle infrastrutture e delle strutture turistico/ricettive. Un esempio importante è rappresentato dalla Villa Reale di Monza, un monumento storico di grande prestigio, che si candida a pieno titolo a diventare strumento di accoglienza e sede di eventi anche oltre la manifestazione internazionale dell’anno venturo. Villa Reale - Vista dal Roseto

A lungo inspiegabilmente trascurata pur affacciandosi nello scenario unico del parco di Monza, sede tradizionale del Gran premio di F1, la Villa Reale di Monza è una delle perle della grande architettura italiana; la sua storia si snoda dal progetto del Piermarini del 1777 e ha visto fra i suoi residenti gli Asburgo, il vicerè́ Eugenio de Beauharnais e i Savoia reali d’Italia.

Attualmente, la Villa è di proprietà del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, fondato nel luglio 2009 per valorizzare la Villa Reale e l’annesso, esteso parco secolare. Il consorzio è formato dalle istituzioni proprietarie delle varie sezioni della Villa e del parco: lo Stato (Ministero per i Beni e le attività culturali), la Regione Lombardia, il Comune di Monza e il Comune di Milano. Pur non avendo proprietà all’interno del complesso monumentale brianteo, vi hanno aderito anche la Provincia di Monza e Brianza e l’omonima Camera di Commercio.

Con questo programma, la Villa si apre al mondo degli eventi aziendali e associativi nazionali e internazionali: sei sale più il foyer e il meraviglioso Salone delle Feste, tutti posizionati al Primo piano nobile, per un totale di circa mille metri quadrati, variamente allestibili; un esempio lodevole (e raro, a dire il vero) di cooperazione tra le varie istituzioni della Pa, i cui risultati non dovrebbero tardare.

Articolo precedenteIN IRLANDA TUTTI PAZZI PER IL “GIRO D’ITALIA”
Articolo successivoGLI EFFETTI SOCIALI DELLA CRISI A TORINO E IN PIEMONTE