LA NOTTE IN MOSTRA A VICENZA

422

tutankhamon-caravaggio-van-gogh--13641-allegato-17674

A Vicenza, fino al 2 giugno, Linea d’ombra presenta la straordinaria mostra dedicata alle ultime ore della giornata: “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”.

Più di 100 opere, suddivise in sei sezioni di carattere tematico, raccontano l’immagine della sera e della notte nella storia dell’arte, partendo dagli Egizi per giungere fino alle esperienze pittoriche più recenti.

La prima sezione, con al centro la testa del re bambino Tutankhamon, si sofferma sul senso della notte eterna e spirituale che in quella antica cultura è fortemente collegata alla vita.La seconda sezione presenta molti capolavori (da Giorgione a Caravaggio, da Tiziano a El Greco, da Rubens a Tintoretto) che portano a indugiare sulla suggestiva atmosfera delle figure collocate in ambienti notturni, soprattutto seguendo la vita M_rothko_820di Cristo dal momento della nascita fino alla crocifissione e alla deposizione nel sepolcro. La terza sezione si sofferma invece sul paesaggio, dal momento del tramonto fino a quello in cui nel cielo si levano la luna e le stelle, con le tele di Turner e Friedrich, di Corot e Millet, dei grandi americani da Church a Homer, fino a Monet, Pissarro, Van Gogh. La quarta sezione tocca alcuni dei vertici dell’incisione di tutti i tempi, in una sala nella quale, con 16 fogli in totale, si confrontano Rembrandt e Piranesi. La penultima sezione entra nel pieno del Novecento:  in una ampia sala sono esposte le opere  di alcuni dei grandi artisti del secolo che ci ha lasciati, anticipati da un capolavoro di Hopper. Attraverso i lavori di Rothko, Bacon, Wyeth e Lopez Garcia, si entra nelle profondità della notte e del suo aspetto psicologico. Infine, la sesta e ultima sezione sintetizza tutti i temi affrontati attraverso i capolavori di Caravaggio, Gauguin, Cézanne e Van Gogh.

 

 

Immagini: Van Gogh/Rothko –  “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”. Linea d’ombra. Vicenza, Basilica Palladiana.

Informazioni:

http://www.lineadombra.it/ita/index.php

http://www.veneto.eu/home

 

Articolo precedenteEXPO 2015: DONNE CONTRO LA FAME
Articolo successivoALLA SCOPERTA DELLE CUCINE DI CASA SAVOIA